Antipasti, Ricette salate
Leave a comment

Crostini con Caprino, Pomodorini Confit e Glassa all’Aceto di Pomodoro

Niente mi rilassa e mi affascina come la magia dei lievitati.
Dopo tutti gli incantesimi necessari per farli nascere e crescere, gonfiare e sgonfiare, pezzare e riposare, è il momento di infornarli.
Ed è a questo punto che la magia raggiunge il suo culmine. L’idea di pane, di pizza o brioche si realizza e diventa cibo. Il profumo pervade la casa, la fragranza penetra nelle narici e stimola catene di ricordi.
Sfornare un pane caldo è una coccola a cui non so rinunciare, almeno quando il tempo me lo consente.
Per questi deliziosi e fragranti crostini con pomodorini ho realizzato un meraviglioso pane ai cerali impastato con la birra di cui vi parlerò più dettagliatamente in un altro post.
Per ora vi riporto la ricetta.
 

Ingredienti:
Per il pane:
– 500 g. di miscela per pane ai cereali
– 12 g. di lievito di birra fresco
– 2 cucchiai di olio
– 10 g. di sale
– 5 g. di zucchero
– 250 ml. di birra rossa
– 450 ml. di acqua tiepida (circa)
Per i pomodorini confit:
– una decina di pomodirini ciliegini
– sale, pepe
– origano
– mezzo spicchio di aglio tritato
– zucchero
Per la glassa all’aceto di pomodoro:
– 20 g. di zucchero di canna
Per la finitura:
– formaggio caprino
– pomodorini confit
– erba cipollina
Prepariamo il pane.
Versare la farina nella planetaria, sciogliere il lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida e insieme allo zucchero. Aggiungere il lievito disciolto alla farina, insieme alla birra rossa e iniziare ad impastare con la foglia. Aggiungere lentamente l’acqua e continuare ad impastare. Quando tutta l’acqua sarà incorporata montare il gancio e continuare ad impastare finché l’acqua sarà assorbita e l’impasto liscio. Aggiungere a questo punto l’olio ed il sale e continuare ad impastare fino ad incordatura (quando l’impasto, perfettamente liscio ed elastico, si stacca completamente dalla planetaria).
Lasciar lievitare in una ciotola oliata fino al raddoppio, almeno 2 ore.
Sgonfiare l’impasto, formare una pagnotta della forma desiderata e posizionarla sulla teglia da forno.
Coprire con un canovaccio e lasciar lievitare ancora almeno 30 minuti in forno spento con luce accesa.
Praticare dei tagli sulla superficie, scaldare il forno a 200°C e infornare per circa 40 minuti, fino a che la superficie sarà ben dorata e la crosta suonerà “vuoto”.
Se si vuole una crosta meno croccante inserire una vaschetta in alluminio colma d’acqua sul fondo del forno.
Sfornare e lasciar raffreddare su una gratella.
Per i pomodorini confit la procedura è in realtà una non-ricetta: lavare e asciugare i pomodorini, tagliarli a metà e disporli in una teglia con il taglio verso l’alto. Spolverare di sale, pepe, origano e aglio tritato e infine un pizzico di zucchero.
Infornare a 150° per circa un’oretta, tenendo d’occhio i pomodorini: devono appassire ma non seccare n’è annerirsi.
Per preparare la glassa all’aceto di pomodoro mettere tutti gli ingredienti (aceto di pomodoro e zucchero di canna) in un pentolino e portare a bollore. Abbassare il fuoco al minimo e lasciar cuocere fino a che il liquido si sarà ridotto della metà. Badare bene alla fiamma, sempre bassa, per non bruciare la glassa.
Lasciar raffreddare.
Tagliare il pane a fettine sottili, tostare entrambi i lati su una piastra molto calda, lasciarli freddare.

Realizzare i crostini con una spalmata di buon formaggio caprino, i pomodorini passati al forno, erba cipollina e glassa all’aceto di pomodoro.

Potrebbe interessarti anche...

Mini muffin salati alle noci In zona Cesarini, sempre all'ultimo momento, pubblico un'altra ricetta che partecipa al contest StagioniAMO. Dopo i Brownies gluten free alle nocciole...
Crostini di pane ai cereali con caprino, crudo e fichi, benv...   Dopo un'infinità di "falsi allarmi" in rete, oggi finalmente si può dire che è il primo giorno d'autunno. Poi c'è chi lo colloca arbitrariamente i...
Cake zucchine e salmone Tra alti e bassi, solleone e nubifragi, mettiamoci il cuore in pace che l'estate è arrivata. Certo si è fatta attendere quest'anno. Forse intimorita ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *