American Recipes, Colazione, Dolci, Torte
comments 4

Ice Cream Bread

Quando ho visto questo dolce, nella sua versione molto più bella sul sito di Monique Miel & Ricotta, ho pensato: lo devo fare.

Ed è finito nella to-do list delle ricette da fare…luuuuuuuuuunga.
Poi una cara amica, nonchè foodblogger, Velia de Il Micio Sazio,  ha provato a farlo e mi ha scritto sconcertata mentre il cake stava cuocendo: “A me sto dolce non convince per niente, non lievita!”.
Risultato: cake in pattumiera senza nemmeno dargli il diritto di freddarsi e autostima di Velia in caduta libera. Sì perchè è inutile negarlo, quando qualcosa va storto in cucina noi foodblogger la prendiamo mooolto sul personale e ci mettiamo fin troppo in discussione, sentendoci povere tapine per aver toppato una ricetta.
Monique non è solo brava bella e simpatica. E’ anche altissima, ma soprattutto gentile e disponibile. Non appena contattata ha spiegato a Velia che il fallimento era dovuto ad una cattiva interpretazione delle dosi della ricetta: Monique infatti parla di 1000 ml di gelato che ATTENZIONE non corrispondono a 1kg di gelato, come si è portati a credere a prima vista.
Svelato il mistero: lei ha usato 1kg di gelato, ecco perchè il dolce non è riuscito.

Non poteva essere colpa di Monique, le sue ricette sono sicure e collaudate, se esistesse una certificazione ISO per le ricette garantite lei sicuramente l’avrebbe 🙂

Ma il guanto di sfida era stato gettato e io non ho saputo resistere. Il giorno dopo ho provato anche io a realizzare il Chocolate Ice Cream Bread di Monique, facendo ben attenzione a dosi e passaggi.

Ero partita per comprare il gelato alla solita agrigelateria dietro casa. Poi ho pensato: un momento! Gelato è un termine generico. Non tutti i gelati sono uguali, alcuni contengono più grassi, altri più acqua, la composizione cambia parecchio da gusto a gusto. E questa è una ricetta che arriva dagli USA, quale gelato useranno là?
E mi sono trovata al banco surgelati del supermercato a comprare una vaschetta di gelato al tartufo (mezzo kg è sufficiente) ricordando che non facevo questo gesto dal primo anno di università, credo.

Il risultato?
Sicuramente molto meno bello di quello di Miel & Ricotta – ma me lo aspettavo poichè ho usato uno stampo più grande del previsto – ma sorprendente nella sua bontà.
Un cake dolce ma non troppo, soffice e umido al punto giusto, scomparso in 24 ore!

Vi consiglio, se vi incuriosisce, di provarlo.

Ma non sottovalutatelo, è semplice ma richiede le dovute attenzioni.
Leggete le note in fondo alla ricetta.

Ice Cream Bread
 
Per uno stampo da plumcake da 25cm.
Autore:
Tipo di Ricetta: American Recipes
Cucina: Americana
Ingredienti
  • 1000 ml di gelato in vaschetta (corrispondono a circa 460g)
  • 180 g. di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
Procedimento
  1. Lasciate sciogliere il gelato a temperatura ambiente fino a che raggiunge una consistenza molto cremosa, non liquida.
  2. Unite la farina ed il lievito setacciati. Mescolate bene con una spatola o con il gancio a foglia dell'impastatrice.
  3. Versate l'impasto in uno stampo da plumcake da 25cm. foderato di carta forno, livellatelo e cuocetelo per almeno 40 minuti (io 50) a 170°C. Vale la prova stecchino.
  4. Fate raffreddate prima di servire.
Note
Il dolce è semplice ma non deve essere sottovalutato.
Gli ingredienti sono solo tre e vanno gestiti bene.
State attenti a non far sciogliere troppo il gelato, l'impasto deve restare sodo, non liquido.
Utilizzate gelato in vaschetta, quello del banco surgelati del supermercato. Si tratta di una ricetta americana e non credo prevedano il gelato artigianale che intendiamo noi.
Fate in modo di utilizzare uno stampo da 25cm esatti. Come dice Monique se lo stampo è più piccolo il dolce potrebbe collassare al centro, se più grande (come nel mio caso) non farà una bella cupoletta e resterà più basso.
Se lo preferite più dolce aggiungete tranquillamente un cucchiaio di zucchero.

Ti potrebbero interessare anche...

4 Comments

  1. Amoraaa ma che carina!!! quindi non ho capito bene, come sarei io? Altissima? Love u!! ps: te ne prego, la bassa autostima è una mia peculiarità, non la tua: foto e dolcetto perfetti!!

  2. Mammamia che spettacolo di ricetta, questa è veloce veloce, ma lascia un sacco di spazio alla personalizzazione… Martedì sera ho giusto amici a cena e sarebbe un’ottima soluzione risparmia-tempo… Certo che devo essere stra-precisa!! 😉

  3. Ho adocchiato anch’io questa ricetta da un bel pò… ti è riuscita benissimo e le foto sono splendide!
    Son gallinella da poco e pian piano faccio il giro del pollaio 🙂
    Bello il tuo blog, sei bravissima!
    Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *