Primi piatti, Ricette salate
comments 3

Paccheri estivi su crema di burrata

Erano i giorni di Ortinfestival quando ricevo, da Maricler, Digital Pr e Foodwriter, una mail di invito a partecipare alla #GalleriadelSaporeCirio.
Poche righe, volutamente scarne di informazioni, per suscitare curiosità: l’evento si terrà il 25 giugno presso la Città del Gusto del Gambero Rosso a Torino, seguiranno altri due eventi a Roma e Napoli.
Accetto senza indugio, l’idea mi incuriosisce e mi diverte. Solo dopo qualche tempo capisco che ci sarà una “sfida tra foodblogger” e ammetto che un po’ di ansia da prestazione comincio ad avvertirla. Una sfida? Io?

Dopo pochi giorni dalla mail di Mariachiara ricevo una busta con una stampa artistica e una lettera che recita: Galleria del Sapore Cirio, la serata evento in cui arte e cucina si incontrano. Niente poco di meno!

L’arte è rappresentata da Rosario di Vincenzo, aka 9Periodico, un giovane talento emergente con studio creativo indipendente a Roma, che ha eseguito diverse opere d’arte per Cirio, compresa quella che ci hanno inviato nella busta. Sarà presente alla serata e creerà live una delle sue tele.

10511494_790231947675652_485684553861369323_o

Davide Bellucca Photography

Per la cucina, invece, sono state chiamate in rapprestanza 16 foodblogger torinesi, cariche – come la batteria dei loro smarphone –  di entusiasmo, creatività e voglia di mettersi in gioco.

10450113_10203459116626061_4512650846401778194_o

Davide Bellucca Photography

E’ il 25 giugno, prendo mezz’ora di permesso dall’ufficio e alle 18.15 sono davanti alla sede della Citta del Gusto, dove ho appuntamento con Marzia di Coffee & Mattarello e Alessandra di Ricette di Cultura. Due baci, tante risate grazie ad un paio di piccole scarpette, e la tensione scompare. Si entra insieme, così è più semplice…
Calorosa l’accoglienza da parte di Cirio e dell’organizzazione. Con un piccolo aperitivo si rompe definitivamente il ghiaccio e si conoscono anche i pochi volti che ancora non erano noti. Si ride, si brinda e si twitta, si postano foto su Instagram e si aggiornano stati su Facebook, l’evento è ad alto tasso social.

10379767_10203459116586060_7122308916249527942_o

Davide Bellucca Photography

Ma è ora di iniziare la sfida, quella che ci ha fatto tremare le ginocchia fino ad ora e che invece finalmente si rivela essere un gioco divertentissimo, senza traccia di tensioni.
Tutte in postazione, lo Chef Luca Ogliotti ci spiega le regole e poi ci da il permesso di aprire la mistery box che ognuna di noi ha trovato di fronte a sè, contenente i 3 ingredienti segreti con cui dovremo realizzare una ricetta.
Vedo – a distanza di sicurezza – un coniglio intero spellato e sento cedere le gambe, per fortuna vengo distratta da Marzia che, alla mia sinistra, scoppia in una contagiosa risata quando vede il suo gigantesco petto di tacchino da Thanksgiving Day, dietro di me un bel piatto colmo di alici fresche. Sconcertata scopro la mia box ed esulto: burrata, paprica dolce e, naturalmente, PolpaPiù Cirio.

Escludendo, per ovvi motivi, i dolci, i miei piatti preferiti sono i primi. Mi dirigo verso la dispensa dove si possono reperire altri ingredienti e metto “nel carrello”: paccheri di gragnano, carote, zucchine e sedano.

10463672_10203459115866042_6665828072416177520_o

Davide Bellucca Photography

Torno all’attrezzatissima postazione e, tra molte risate con le compagne di gara e qualche difficoltà di comunicazione con le piastre ad induzione, porto a termine la mia ricetta: una semplice mousse di burrata alla paprica fa da letto a deliziosi paccheri conditi con una dadolata di verdurine e PolpaPiù Cirio.

Sottopongo il mio piatto all’assaggio dello Chef, che fortunatamente non reagisce come i suoi noti colleghi televisivi, ma si complimenta per l’equilibrio dei sapori, e mi aggiro tra le postazioni assaggiando con gusto i piatti delle altre blogger.

10517362_10203459115746039_8406405355687536096_o

Davide Bellucca Photography

10518319_790230787675768_2568142328972080387_o

Davide Bellucca Photography

Si aggiudica il primo posto, meritatamente, Alessandra con “Il Cerchio di Giotto”, favolose polpette di ricotta che ho allegramente spazzolato nell’attesa del verdetto.

Porto a casa una welcome bag carica di PolpaPiù, la soddisfazione di aver dimostrato a me stessa di farcela ad affrontare “la sfida” con leggerezza ed allegria, tanti sorrisi e il germoglio di alcune belle amicizie.

Paccheri estivi su crema di burrata
 
Per 2 persone
Autore:
Tipo di Ricetta: Primi Piatti
Cucina: Italiana
Ingredienti
  • 150 g. di paccheri di Gragnano
  • 400 g. di PolpaPiù Cirio
  • 1 burrata
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • ½ carota
  • 1 piccola zucchina
  • 1 pezzo di sedano
  • Paprica dolce q.b.
  • Sale q.b.
Procedimento
  1. Tagliate a pezzettoni la burrata e frullatela nel mixer con un goccio di olio e un pizzico di paprica, ottenendo una mousse densa. Mettete da parte.
  2. Lavate e tagliate a pezzettini la carota, la zucchina e il sedano.
  3. Fateli soffriggere per qualche minuto in una padella con 3 cucchiai di olio evo, aggiungete quindi la PolpaPiù e fate cuocere ancora pochi minuti. La polpa è densa e gustosa e non necessità di addensarsi. Aggiustate di sale.
  4. Lessate i paccheri in abbondante acqua salata e scolateli al dente.
  5. Scaldate bene il piatto da portata (io nel microonde) e disponete uno strato di crema di burrata. Quindi condite i paccheri con il sugo di verdurine e adagiateli sopra il letto di burrata. Spolverate di paprica e servite subito.

 

Potrebbe interessarti anche...

Riso Basmati con Totani Grigliati e Dressing allo Yogurt Ormai sto diventando ripetitiva, ma dovete avere pazienza, solo più due ricette (i dolci!!!) e la farò finita con questo white-menu  🙂 Torneranno ...
Cappellacci di zucca con farina di grano Kamut Quasi in zona cesarini pubblico la seconda ed ultima ricetta per poter partecipare al Contest del Molino Grassi. La prima ricetta presentata è stata ...
Macaroni and Cheese Non mi stancherò mai di dirlo. La cucina americana non è solo junk food, non è solo hamburger e non è solo fast food. Non è nemmeno solo patate ripie...

3 Comments

  1. …ahahahah ho riso (ma và? 🙂 ) a rileggere le nostre avventure marchiate Cirio! Eravamo le compagne di banco più casinare dell’evento…però molto molto social! Pure io devo replicare la mia ricetta…magari però sul tacchino rivedo le dosi! 😉 un abbraccio!

  2. uahhahha! 😀
    Portafortuna furono le scarpette… Devo dire che vedendo conigli interi e vari pesci ho tremato anch’io…ma grazie alle mie mitiche scarpette è andata bene! E dai video si vede proprio quante risate ci siamo fatte!! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *