Gluten Free, Lievitati salati, Ricette salate
comments 5

Pane gluten free con semi di girasole

Pane senza glutine gluten free farine naturali

Non sono celiaca, fortunatamente posso mangiare tutto ciò che desidero, ma ho diversi amici che lo sono e sempre più spesso sperimento ricette senza glutine.

Il pane gluten free che si trova in vendita è TERRIBILE: consistenza indefinibile, retrogusti anomali.

Una collega, a cui è stata diagnosticata la celiachia da qualche anno, mi ripete spesso: tu non immagini quanta voglia avrei di mangiarmi un bel panino, di quelli croccanti, con la crosta bella ruvida e rustici, non queste schifezze senza glutine.

Quando ho visto sul sito dell’AIFB il pane senza glutine e senza farine speciali di Angela (Dolci Pasticci) ho subito deciso di provarlo.

Il risultato? Un pane senza alcun retrogusto strano, dal sapore molto piacevole.
La mia collega era entusiasta, lo ha apprezzato tantissimo e per lei è il pane più buono mai mangiato. Quindi non posso che considerarlo promosso.
Confermo la croccantezza della crosta. Unico punto debole, per me, una mollica poco alveolata.

Pane gluten free con semi di girasole
 
Autore:
Tipo di Ricetta: Lievitati salati
Cucina: Italiana
Ingredienti
  • 180 g. fecola di patate
  • 140 g. farina di riso
  • 100 g. farina di mais finissima
  • 80 g. farina grano saraceno
  • 100g + 330g di acqua
  • 1+ 6 g di lievito di birra disidratato
  • 10 g. gomma di xantano
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di olio
  • semi di girasole
Procedimento
  1. La sera precedente mescolate tutte le farine, compresa la gomma di xantano, e preparate un biga con 100g. di acqua, 100g. del mix di farine e 1g. di lievito. Mescolate bene e mettete in frigorifero fino al giorno successivo.
  2. La mattina successiva riprendete la biga, lasciatela circa un'ora a temperatura ambiente, e impastatela con il rimanente lievito (6g.), l'acqua e il miele.
  3. Unite quindi il resto del mix di farine e lavorate a mano o con la planetaria. Quando l'impasto sarà omogeneo unite il sale e infine fate assorbire l'olio.
  4. Formate la pagnotta, cospargetela di semi di zucca e mettetela a lievitare sulla teglia da forno, coperta con un canovaccio, per almeno 2 o 3 ore.
  5. Scaldate il forno statico a 250°C, con una teglia piena di acqua (in alto) per mantenere l'umidità.
  6. Infornate e cuocete per 15 minuti, quindi abbassate il forno a 200°C e proseguite la cottura per altri 45 minuti.
  7. A cottura ultimata, lasciate riposare il pane ancora 15 minuti nel forno spento e leggermente aperto.
  8. Sfornate e fate raffreddare su una gratella.
Note
La Gomma di Xantano è un additivo alimentare naturale, noto anche come E415, che funziona da addensante. Ha la funzione di sostituire il glutine e rendere "colloso" l'impasto.
Si può acquistare in farmacia, nei negozi di ingredienti per pasticceria ben forniti e, ovviamente, on line.

Altre ricette senza glutine?

La Magic Cake
Fondant au Chocolate
Classic Lemon Cheesecake
Preparato per Cookies in a jar

5 Comments

  1. Rossana says

    Bellissimo pane!
    Se dovessi eliminare la farina di mais ( intolleranza ), non c’è storia per ottenere un buon pane come questo vero?

    • Ljuba says

      Ciao Rossana. Temo che la farina di mais sia molto importante per il risultato di questo pane, ma nulla ti impedisce di sperimentare.
      Prova magari a sostituirla aumentando le dosi della farina di riso (+50g.) e di grano saraceno (+50g.).
      La panificazione è sperimentazione, quella gluten free ancora di più 🙂

      • Rossana says

        Eh, lo so…solo che i miei impasti oltre che senza glutine devono essere anche senza mais, e mi scoraggio : -(((

  2. Che bello, Ljuba,
    sono contenta che alla tua collega il pane sia piaciuto. Il fatto che non abbia alcun retrogusto e la presenza di una bella crosta sono senz’altro punti a suo favore. Per quanto riguarda l’alveolatura… ci sto lavorando 😉
    Lieta di aver visitato il tuo bellissimo blog che, incredibilmente, mi era sfuggito!

    • Ljuba says

      Ciao Angela!
      Grazie davvero per questa ricetta. Credo che glielo rifarò presto, per lei è già delizioso anche se io sono ipercritica e vorrei ottenere un pane più alveolato e leggero.
      Grazie della tua visita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *